Lo ricordiamo sempre sorridente, ricco di umanità, con il rosario in mano.

Ha vissuto la vocazione salesiana in pienezza.

Negli anni della malattia ha fatto trasparire un animo buono, profondamente sacerdotale, sempre con il desiderio di incontrare e stare con i ragazzi e giovani nei momenti di preghiera e di festa.

Il Signore Misericordioso, Maria Ausiliatrice e Don Bosco, dopo tanta sofferenza, lo accolgano nella gioia che non ha fine.

ricordo di don Gigi